Gv 4,1-2

« Gesù venne a sapere che i farisei avevano sentito dire: “Gesù fa più discepoli e battezza più di Giovanni”
 - sebbene non fosse Gesù in persona che battezzava, ma i suoi discepoli -,»


Gesù venne a sapere, narra l'evangelista, che ai farisei... cioè a coloro che già in precedenza avevano interrogato il Battista perché desse spiegazione della sua attività (Gv 1,24)... è giunta notizia che “Gesù fa più discepoli e battezza più di Giovanni”.
Questo fatto non poteva che allarmare ulteriormente questi farisei, perché l'attività battezzatrice di Giovanni e di Gesù... che dava segno di ingrandirsi... si svolgeva al di fuori del controllo dell'istituzione religiosa di Gerusalemme.
La successiva precisazione sebbene non fosse Gesù in persona che battezzava, ma i suoi discepoli, ha tutte le caratteristiche di una “correzione” apportata da un redattore diverso dall'evangelista, con l'intento di armonizzare il racconto di Gv con la tradizione sinottica, nella quale non viene mai detto che Gesù battezzasse personalmente.
Invece... come già abbiamo visto in precedenza*... molti studiosi sono oggi dell'idea che sia storicamente verosimile il versetto originario (Gv 3,22) in cui Gv, unico tra gli evangelisti, racconta l'attività battezzatrice di Gesù.

*Vedi: nota su Gv 3,22

Segue: Gv 4,3